Broker a Noleggio

“COME RENDERE PIÙ COMPETITIVA
LA TUA IMPRESA, INVESTENDO
PROPRIO NEL SETTORE IN CUI
LA TUA CONCORRENZA NON È
IN GRADO DI AGIRE, ANCHE
SE SEI A CORTO DI BUDGET”

 

Innanzitutto volevo dirti che conosco bene la tua situazione, sono un imprenditore anch’io, e so che mandare avanti un’azienda è tosta, soprattutto in Italia. E’ vero che i soldi entrano, ma:

  • c'è la Crisi, e non è più tutto rosa e fiori, forse i clienti sono meno numerosi, e spendono anche meno che in passato;
  • intanto la Concorrenza continua a colpire implacabile, e forse ti sta uccidendo un pezzo alla volta, portandoti via i tuoi clienti, anche quelli affezionati;
  • devi fare i conti anche con le Tasse/Imposte, da sempre certo, ma si fanno sentire oggi più prepotentemente;
  • a tutte le spese che già conosci, devi sommare l'inflazione annua, che erode progressivamente i tuoi margini di guadagno, a parità di entrate;
  • come se non bastasse, devi comunque massimizzare il fatturato e minimizzare gli sprechi, e quelli sai che non mancano mai;

Sintesi: puoi uscirne vivo solo se trovi il modo di essere PIU' competitivo. Niente di nuovo, certo.

Tranquillità zero...

In più non puoi prenderti giorni di vacanza senza la paura che qualcuno, in tua assenza, combini qualche cazzata, e rischi di farti perdere dei clienti, fatturato, o peggio, di farti chiudere. Senza la tua presenza fissa in azienda, c’è anche chi non fa il suo lavoro come dovrebbe, e perde il tempo; a volte sono proprio i soci/familiari/collaboratori stretti a dare l’esempio peggiore, e finisci per farti in quattro per risolvere anche i loro casini. Lo sai.

Devi fare tutto tu insomma. Hai mille cose a cui pensare, decisamente troppe responsabilità per il tuo ruolo, che dovrebbe essere quello si semplice “timoniere” della nave, piuttosto che stare tappare le falle che si aprono di continuo qua e là, e che rischiano di farti colare a picco, insieme a tutto l’equipaggio.

La maggior parte degli imprenditori che conosco sono persone che si svegliano di mattina e si danno da fare. Non solo per se stessi, ma anche per assicurare il benessere delle persone che “mangiano grazie a loro”.

Se agisci anche tu in questo modo, per me sei un EROE.

Ho due notizie importanti

Ho deciso perciò di scriverti tutto ciò, perchè ho due notizie per te, una buona e una cattiva.

Cominciamo da quella cattiva: non posso cancellare le tue rotture di palle quotidiane della tua impresa, nella gestione del personale o delle attività, così come non posso intervenire sul tuo mercato, in fondo si tratta del tuo lavoro di imprenditore; tu sei un lottatore, e combatti ogni giorno, giustamente, una battaglia per il successo.

Però ho anche una buona notizia per te. Ti scrivo perché sono assolutamente certo di poter:

  • Gestire al posto tuo o di qualche impiegato, una delle spese maggiori della tua attività prevenendo e risolvendo le mille problematiche del settore, e alleggerendo il carico di responsabilità e di rischi sulla tua schiena.
  • Aumentare il tuo utile netto d’impresa, e rendendo la tua azienda più competitiva, riducendo l’incidenza del peso di questa voce di spesa nei tuoi bilanci.

Qualche giorno fa, parlando con alcuni miei clienti ed utenti di questo mio Sito/Blog, ho letto/ascoltato una serie interminabile di imprecazioni e parolacce varie a causa delle problematiche che avevano tentato di affrontare da soli, quasi sempre fallendo. Accade quando non si è del mestiere, specialmente se questo è un mestiere molto tecnico.

Devi sapere infatti che spesso, chi mi trova su internet, lo fa perché sta cercando la soluzione ad un problema che... ha appena avuto! Ti dò giusto un dato reale: un solo articolo su alcuni raggiri del mio settore raccoglie ogni mese oltre 6000 visitatori, con decine di commenti...

Addirittura alcuni hanno visto le loro aziende venire bloccate o messe sotto sequestro (grosse aziende: una piscina comunale e una fabbrica di carni per esempio) per le conseguenze di una cattiva gestione di “una spesa” che viene troppo spesso sottovalutata, e lasciata al primo che capita: un impiegato, un tecnico o responsabile di qualcosa, un cugino scienziato “che ha letto qualcosa su internettee”, o nel caso peggiore te ne occupi tu in prima persona, nonostante il tuo mestiere sia fare l’imprenditore.

Il più grande problema della spesa energetica

Sto parlando della spesa energetica, luce, gas, legna, gasolio, o qualunque altra cosa tu stia utilizzando in questo momento. Sai qual è la cosa peggiore della spesa energetica? Che viene presa sotto gamba da TUTTI, e considerata alla stregua di una qualunque spesa amministrativa.

E qual è la prima conseguenza di tutto ciò? Che chi ne sa un pelo in più a te, ha la possibilità di ingannarti facilmente, vendendoti di fatto merda per cioccolata. Lo vedo e lo sento fare ogni singolo giorno, attraverso i commenti e le richieste di aiuto che pervengono sul mio sito, sotto forma di commenti, di mail (a volte disperate) di famiglie e aziende a cui hanno tirato dei pacchi tremendi. E nessuno di loro aveva mai sospettato niente. Non solo, anche le medie e grandi aziende come la tua vengono bersagliate e talvolta colpite, e tra poco scoprirai anche il perché.

Quelle che sto per raccontarti sono alcune delle storie di clienti, conoscenti e imprenditori in generale, che mi hanno accompagnato nella mia carriera di “risolutore di problemi” in questo mercato. Le ho raccolte all’interno di 7 casistiche più o meno ricorrenti (clicca sul titolo di ogni tipologia) e che ho definito:

I 7 KILLER DEL RISPARMIO ENERGETICO

Partiamo dalla cosa più banale: il prezzo della propria fornitura. Che faceva il signor M.? Cambiava fornitore OGNI anno, e aspettava al termine dei primi 12 mesi di fatturazione per valutare se gli era convenuto o meno. Il che è... stupido, dal momento che:

  1. Esiste l’inflazione, e anche se paghi lo stesso prezzo per 2 anni di seguito, è OVVIO che l’anno dopo le tue bollette saranno più salate!
  2. Il risultato di un cambio di fornitura si può sapere tranquillamente prima di un cambio.

Nel mio lavoro ad esempio, mi capita spessissimo di simulare delle bollette, sia per stimare con precisione la spesa energetica in un periodo, e sia per verificare che non ci siano voci o valori strani/non richiesti (non si sa mai). E poi, vuoi aspettare davvero 12 mesi, per sapere se spenderai bene i tuoi soldi? Ehi, il tempo è denaro, spendilo bene!

Questo tipo di atteggiamento (“proviamo e vediamo”) è tipico di chi non è del mestiere, ma vuole comunque procedere (alla ceca), senza punti di riferimento o criteri di selezione adeguati.

Lo chiedo a te: ti piacerebbe basare il futuro della tua azienda sulla “fortuna”? No?

E allora perchè farlo per una spesa così importante? Perché sperare che vada tutto bene, quando puoi saperlo in principio?

Io non ho bisogno di andare a tentoni nel mio lavoro, perchè tutti i risultati che voglio raggiungere li pianifico in anticipo e li raggiungo sempre. E comunque sia, preferei non far nulla piuttosto che andare alla ceca!

Andiamo avanti, vediamo "I Sensitivi".

Onestà Onesto - Alessandro Ziccardi

"Ti dico cosa ti serve con la PUTENZA della mente!"

Hai presente i guaritori smascherati frequentemente da Striscia la Notizia? Quelli che ti fanno spogliare, ti guardano un po’, ti palpano, e poi ti dicono che hai un brutto male sconosciuto, ma se paghi guarisci subito?

Ecco, magari io e te di fronte a queste cose ci facciamo anche una risata (pensando: “ma tu guarda che fessi!”), ciò non toglie che molti imprenditori si lasciano ancora abbindolare da chi lavora allo stesso modo nel settore energetico: sto parlando dei sensitivi.

Sono quei “professionisti” che, senza svolgere alcuna analisi scientifica e alcuna “visita accurata” alla tua impresa, pensano di sapere già cosa ti serve per migliorare le cose e per “curarla”.

Dei veri e propri sensitivi, che ti propongono investimenti alla ceca. Non importa se risparmi qualcosa, NON ESISTE che un dottore dia una medicina ad un paziente senza averlo visitato, così come non esiste che un professionista proponga una soluzione ad un problema... che non conosce, e forse neanche c’è! Spesso sono dei dilettanti, e quello che ti propongono:

  • viene scelto (qualitativamente) alla ceca, o peggio... loro magari vendono solo quello;
  • viene dimensionato alla ceca, senza prendere misure. Si procede a istinto...;
  • viene dimensionato magari secondo le “medie” del settore... pensa cosa significa ordinare un vestito da internet di taglia media, se tu non sei “medio”... si butta.

Il lavoro del professionista è la pianificazione di un investimento su misura del cliente.

Quali sono le conseguenze? Innanzitutto, e continuerò a ripetertelo all’infinito: i tuoi soldi sono importanti, specie se non sono tanti. Se tu li spendi per una cosa, potresti non poterli spendere per un’altra, e se hanno dato fuoco al tuo Budget, proponendoti un investimento con un ritorno del 50% annuo, quando l’alternativa aveva un ritorno del 150% annuo... beh, ti hanno fatto un danno: ti hanno negato una possibilità. E la concorrenza non perdona.

Si ok, risparmi dei soldi, ma se la concorrenza ha un occhio un pelo più acuto ed investe meglio, da qui ad un anno chi credi che sia più competitivo?

Non solo, se ti affidi ai sensitivi, e fai investimenti che non portano a niente... avrai perso tempo e denaro, e se hai esagerato con la spesa, metterai anche a rischio la tua azienda.

Nel mio lavoro, io investo un po’ di tempo nel valutare TUTTE le possibili alternative di investimento per il risparmio energetico, calcolandone il ROI e altri indici, perché la scelta di cosa fare, la quantità e la qualità, così come l’ordine degli investimenti, è il lavoro di un vero professionista. Io non decido “a naso”, ed è per questo che sono sicuro dei miei pronostici di risparmio: chi misura vince, chi non misura perde. Tu vuoi vincere?

P.S.

Tra i sensitivi rientrano anche (forse) gli idraulici o gli elettricisti della tua azienda. Saranno bravissimi, conosceranno la tua azienda a memoria, e nella loro testa hanno anche tutte le posizioni dei condotti e centraline... ma mai che l’avessero scritte su un pezzo di carta! Ricorda, la memoria tradisce, la carta no.

FrankensteinNo, non mi riferisco al romanzo di Mary Shelley, sto parlando della tendenza di alcuni imprenditori, ad optare per soluzioni di efficientamento prese da 20 persone diverse.

Allora, i LED li mando a prendere di cinesi, così spendo pochissimo! Poi quell’impianto lo faccio fare al manutentore, all’ingegnere invece affido l’impianto di quel tipo, all’elettricista gli faccio fare quell’altra cosa, poi c’è mio cuggggino che mi ha proposto quello, poi...

Credi di risparmiare soldi, però facendo fare PEZZI di efficientamento a tutti:

  • senza alcuna analisi della situazione energetica globale della struttura, procedendo alla ceca insomma, lavorando ognuno limitato dalla propria ottica particolare;
  • senza nessuna responsabilità generale, tutti hanno messo le mani ovunque, magari uno aggiusta e l’altro rompe, e non sai nemmeno più di chi è la colpa;
  • senza alcuna omogeneità tattica e strategica: se lavorano più persone diverse allo stesso progetto di efficientamento, ognuno avrà il proprio modo di fare e di agire, e non trovando un’unità di azione, finiranno anche col sabotarsi a vicenda, e tu paghi...;

Non otterrai nessuna garanzia di risparmio, né di poter mantenere e/o migliorare i risultati ottenuti nel tempo. Insomma, dove manca un “sistema”, e un processo viene condotto utilizzando vari pezzi sparsi su cui tanti ci mettono le mani, può nascere solo un mostro! Sei anche tu un fan di Frankenstein?

venditore esaltato

"Ora gli appioppo il mondo intero!!"

Sono quelli che ti fanno spendere più soldi inutili di tutti, quindi occhio!

Quando si trovano davanti una grande azienda, vanno dritti al punto: lavorando sulla vanità e sull’orgoglio dell’imprenditore, propongono impianti dimensionati per eccesso, giganteschi, perché “un grande imprenditore deve avere un grande impianto!

Se questi qui ti fanno fare una cazzata, te ne fanno fare una gigantesca!

Gli esaltati sono fondamentalmente dei principianti, ma giocano sempre al rialzo con il tuo portafoglio, per questo fai attenzione.

La tua azienda non deve vincere la gara a chi ce l’ha più grosso, deve solo diventare più competitiva, e questo non accadrà buttando soldi per investimenti incontrollati in impianti sovradimensionati. Nel fotovoltaico e nella cogenerazione, ed esempio, vengono proposti impianti giganteschi, così la quantità di energia autoconsumata aumenta... sì, è vero, ma anche il tempo di ritorno dell’investimento aumenta, e mooooolto di più!

Non solo, ho scoperto come trovare l'ordine giusto in cui effettuare tanti piccoli investimenti (in cui viene diviso l’investimento totale, altrimenti troppo elevato per il proprio Budget), per conseguire il massimo Risparmio Energetico nel minor intervallo di tempo complessivo, anche partendo da Budget iniziali molto ridotti. Essendo io l’inventore di questo metodo, sono l’unico in Italia ad utilizzarlo, e a saper creare un: Percorso di Risparmio Energetico a massimo ROI©, grazie al quale potrai efficientare la tua impresa a piccoli passi, ma molto spediti, riducendo il tempo di ritorno globale della nostra successione di investimenti anche di 3-4 volte.

fantasmaSono quelli che arrivano dal nulla, vestiti bene, seri, professionali, rappresentando anche un marchio famoso, leader del settore, ti fanno fa la loro bella presentazione, sembrano preparati, e alla fine vendono.

E poi? Dopo un po’ c’è un problema banale, e loro non rispondono; anzi a volte il loro numero è anche divenuto inesistente.

Il problema peggiora. Chiami l’azienda del marchio di prima, e dice di non aver mai sentito parlare di loro, e comunque non ti possono aiutare.

Su internet non esistono, non ci sono da nessuna parte, sono arrivati dal nulla e sembra ci siano misteriosamente ritornati. Poi dopo qualche tempo scopri che fanno tutt’altro, perché loro in fondo sono così: entrano in un mercato, lo divorano come farebbero le cavallette, e poi cambiano zona, attività, numero di cellulare, diventano irreperibili, specialmente se qualcosa non va, o ti hanno tirato un vero e proprio pacco. I fantasmi sono delle mine vaganti.

Ma è inutile, non puoi mica chiedere il curriculum a tutti quelli che vengono, e verificarlo con l’aiuto di un investigatore privato! E quindi come eviti che qualcuno scompaia, dopo averti incontrato? Guarda, non c’è una risposta standard e unica, però voglio spiegarti la mia personale.

Io ho un Sito internet e Blog, con la mia faccia e i miei recapiti, e su cui arrivano ogni mese migliaia di utenti (quasi 10.000), alla ricerca di risposte su varie questioni del risparmio energetico, specialmente su come evitare pacchi. Oramai mi conoscono oltre 100.000 persone sul web, senza contare i video su YouTube, gli account social con i vari follower, la Newsletter...

Sono diventato anche piuttosto famoso per una guida che ho scritto, chiamata Manuale Anti-Fregatura, con il quale indico agli utenti come riconoscere e difendere i raggiri di Venditori e Call Center nel campo delle forniture energetiche. Sono quasi 50 pagine delle loro argomentazioni, elencate e smontate una ad una (sono decine). Potrebbe anche piacerti.

Come vedi, sono oramai troppo conosciuto, non posso sparire, e non voglio sparire.

Con i clienti ho intenzione di “sposarmi”, stando insieme fino a che morte non ci separi!

Non solo, alcuni clienti fanno anche business con me, quindi non solo spendono soldi per risparmiarne, ma ne guadagnano anche. Non ho proprio interesse ad abbandonarli, anzi...

Dr Jekyll e Mr HydeQuesta è una categoria molto antipatica, e mi stanno anche parecchio sulle palle, perché si tratta di quelle persone che fanno una cosa, dichiarando di essere altro. Ti faccio un esempio famoso, c’è un’azienda che si occupa anche di efficientamento, i cui rappresentanti si definiscono broker... quando sono esattamente l’OPPOSTO. Il rappresentante è un dipendente a partita iva, il Broker è un’indipendente, cambia tutto. Sono già dei falsari nel nome, ti affideresti mai a loro?

Ci sono poi gli elettricisti che fanno gli ingegneri, i manutentori di impianti che fanno gli esperti di risparmio energetico, i commercialisti che vogliono controllarti le bollette...

Non voglio aggiungere altro perché la cosa è abbastanza chiara: ad ognuno il suo lavoro.

È ovvio che se vuoi dei risultati, devi rivolgerti ad uno che li raggiunge per mestiere, punto, ad uno che investe centinaia di ore l’anno in formazione ad hoc. Non esistono delle scorciatoie.

Il tempo sta scadendo

"Il tempo sta scadendo, e solo tu puoi decidere dove ti troverai quando accadrà"

Questo è l’ultimo dei serial killer, ed è davvero subdolo, perché agisce dentro di te.

Lui ti colpisce quando ti sei interessato della faccenda, hai capito tutto quello che bisogna fare, e soprattutto hai capito che investire non è una scelta per te, una velleità o una moda del momento, ma una necessità, e sei arrivato al punto di decidere... e poi alla fine non fai nulla!

E’ uno dei più grandi serial killer del risparmio energetico, e talvolta uccide l’azienda stessa.

I pensieri che più frequentemente rappresentano questa situazione sono:

  • "Sono sempre andato avanti bene senza il Risparmio Energetico, quindi non mi serve...
  • Non spendo 1 € manco se mi ammazzano, non m’importa se ne pago migliaia al fornitore
  • Ho letto su internet che in America esiste un macchinario speciale che fa energia elettrica di giorno, di notte, e nei weekend, poi la immagazzina, la vende, e ti fa pure il caffè! Allora aspetterò che arriva in Italia – se arriva – e poi se ne parla...
  • Non c’è niente da fare, è sempre stato così, dobbiamo pagare per forza” (il rassegnato)
  • Finché possiamo andare avanti senza, continuiamo così, limitiamoci a tappare le falle...
  • Mi ha detto l’idraulico – uomo di fiducia fin dagli anni ’80 – che quelli che mi proponi non mi serve. E me lo hanno confermato anche il fruttivendolo e il salumiere!"
  • Chiedo prima N preventivi e poi vedo... Aspetta, è appena arrivato l’N+1esimo!” E tutto questo si ripete per un generico N che tende ad infinito!
  • Devo prima avere i soldi per farlo” Anche se io finanzio o noleggio tutto.
  • Devo prima avere il tempo di occuparmene” Anche se chi perde tempo a farlo sono io.
  • Devo prima avere la testa di occuparmene” Anche se me ne devo occupare io e non tu.

Così facendo, il mondo e il mercato continuano ad andare avanti, mentre la tua situazione imprenditoriale si è fermata sulla scelta tra rendere o meno la tua azienda più competitiva. Ci sono 2 famosi beneficiari delle azioni di questo killer: la tua concorrenza, e il tuo fornitore. Col mio lavoro, potrai diventare più forte verso i primi, e farti dissanguare meno dal secondo.

Nell’altro caso potrai sempre dare la colpa al governo che ruba, alle banche che rubano peggio, al tempo che è pessimo, al mercato che non è più come prima, al buco dell’ozono che ci inghiottirà tutti, ai grillini, ai marziani e... hai presente la storia della rana bollita, giusto?

Ogni momento era buono per saltare via dalla pentola, mentre l’acqua si riscaldava sul fuoco, doveva fare solo un salto per salvarsi. A furia di pensarci su, ancora e ancora, ha superato il punto di non ritorno, ed è rimasta bollita in quella trappola. Questo è anche il motivo per cui non applico sconti nel mio lavoro. Ti racconto una storia vera:

Il mio pasticciere voleva un impianto fotovoltaico per risparmiare sulla sua bolletta, io gli ho fatto una scrematura del mercato, e gli ho trovato una stupenda soluzione, ottima da tutti i punti di vista. Ma lui invece di accettarla, ha cominciato a chiedere preventivi a tutti. Sono arrivati in tutto 10 preventivi (compreso il mio), e il mio preventivo li ha battuti tutti per qualità e prezzo. E sai cosa? Sono passati nel frattempo 4 mesi (!!) da quando si è interessato, e non ha ancora accettato perché essendo un commerciante, vuole un prezzo ancora più basso, sconto, sconto e ancora sconto...

Al che mi sono scocciato e gli ho detto: in 1 anno risparmierai sui 5400€, pari a 450€ al mese. Se volevi risparmiare davvero, ti decidevi 4 mesi fa, invece di perdere 1.800€ ad attendere... !

Ora non faccio più sconti, perché non voglio essere io a pagare per l’indecisione altrui.

Ho dovuto affrontare non poche difficoltà per trovare la formula più adatta ad accontentare le esigenze di chi possiede/gestisce una grande struttura con grandi consumi, ma ha troppi pochi soldi da spendere per puntare al risparmio energetico, e non può certo permettersi assumere un Energy Manager "in casa" che se ne occupi, per indicare le giuste operazioni da seguire.

Di conseguenza, ho creato un servizio che ti permetterà di investire davvero nel risparmio energetico, garantendoti dei risultati, e soprattutto con la possibilità di NON pesare sui tuoi bilanci. Si chiama “Broker a Noleggio! ©”, ed è un servizio in abbonamento, disponibile in 3 diverse soluzioni, col quale potrai delegarmi la gestione dell’intera spesa energetica, la prevenzione e risoluzione delle sue eventuali problematiche, e molto altro ancora. Dai uno guardo tu stesso:

 

Broker a Noleggio Silver

Broker a Noleggio Gold

Broker a Noleggio Platinum

Analisi e Simulazione Bollette

Scopri cosa stai pagando davvero nella tua fattura

Brokeraggio Energetico

Selezione di un fornitore secondo le tue esigenze

Monitoraggio delle Fatture

Mi assicurerò che tu paghi solo il giusto, e nulla più

Risoluzione Problematiche

X

Se il mio fornitore ti crea dei problemi, te li risolvo io

Consulenza Legale

X

Ti indicherò come risolvere anche problematiche legali

Sconto su Assistenza Legale

X

Per difenderti anche in tribunale, a costi accessibili

Analisi dei carichi di consumo

X

X

Dai forma ai tuoi consumi giornalieri e settimanali

Analisi e Diagnosi Energetica

X

X

Una radiografia completa e oggettiva della tua azienda

Analisi di Power Quality*

X

X

Basta energia non consumata, e danni alle macchine

Ricerca e risoluzione criticità

X

X

Scopri se ci sono problemi stutturali, ed eliminiamoli

Percorso di Risparmio a max ROI©

X

X

Per conquistare il max risparmio con qualunque budget

Brokeraggio Impiantistica

X

X

La ricerca del meglio sul mercato, ai prezzi più bassi

Accesso al Credito

X

X

Per finanziamento o noleggio, tra oltre 30 banche

Il costo annuo del servizio è pari al:

1%

2%

3%

e sarà diviso in 12 rate mensili

della tua spesa energetica

della tua spesa energetica

della tua spesa energetica

                       

*Solo da 300MWh annui di consumo

 

Il mio obbiettivo con questo servizio

Quello che voglio instaurare con te è una relazione permanente, nella quale tu ti possa scrollare di dosso una delle tue responsabilità, lasciando gestire questa spesa a chi sa raggiungere i risultati, in base a qualunque Budget a disposizione.

In questo campo mi ritengo un esperto, non perché ritengo di essere migliore di te, ma perché di lì ci sono già passato. Per me, un esperto è colui che ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare in uno specifico settore. O se preferisci vedila così: quando in uno specifico campo hai provato tutte le strade, allora sai qual è la migliore e quale invece conduce ad un vicolo cieco.

Ciò detto, non basta che si intervenga su un'azienda una volta sola e poi "basta così", serve che ci sia un costante apporto di conoscenze e di indicazioni che possano ogni mese e ogni anno traghettare la barca nella direzione giusta, perchè avrai notato che basta molto poco per perdere l'orientamento e andare a sfracellarsi amaramente sugli scogli. Ecco perchè ho scelto la formula della consulenza continua, in abbonamento.

Non solo: il prezzo di una consulenza può risultare oneroso, e quindi l’ho spalmato su un anno intero. Il costo annuo del servizio è pari ad una percentuale della tua spesa energetica, e devi sapere che l’intero servizio è pensato per autofinanziarsi con il mio lavoro. Come mai? Sarò molto pratico... con il solo cambio di fornitura, risparmierai almeno un 3%...

Garanzia 100%E tutto questo se la tua fornitura di partenza ha un buon prezzo ed è “onesta”, quindi la percentuale può solo aumentare. Aggiungiamoci anche l’efficientamento... io punto a farti risparmiare dal 10% al 40% nel tempo, a seconda delle condizioni e del tipo di attività che possiedi. E posso sia finanziare che noleggiare tutto ciò che ti occorre per arrivare a questo risultato.

GARANZIA ECONOMICA: se non ti faccio risparmiare almeno il mio costo, te lo ridò indietro.

LE MIE PROMESSE:

  • Autofinanziare il mio compenso: ti farò risparmiare almeno quello che mi paghi, così per te non sarò una spesa, ma un investimento con un guadagno sicuro;
  • Vincerò l'inflazione: ridurrò la tua spesa energetica ogni anno (a parità di abitudini di consumo) considerando anche l'inflazione;
  • Massimo Risparmio: ti fornirò il massimo dei risultati anche se hai un Budget iniziale ridotto, permettendoti di ridurre la tua spesa energetica nel minor tempo possibile (a nessuno piace aspettare anni prima di ritrovarsi in tasca i proventi dell'investimento).
  • Aumento della Competitività: il mio lavoro ridurrà la tua spesa energetica, aumenterà i tuoi utili, aumenterà la tua competitività e la tua capacità d'investimento. In certi casi fa la differenza tra il successo e il fallimento.

CHI SONO I MIEI CLIENTI IDEALI?

Tutti quegli imprenditori delusi da precedenti insuccessi o mezzi-successi nel risparmio energetico, ma ancora decisi ad investire nella propria azienda, e che gestiscono:

  • Attività di Ristorazione: Ristoranti, Paninerie, Kebaberie, Pizzerie.
  • Attività di Ricezione: Case di Cura, Hotel, Bed & Breakfast.
  • Attività legate all'Alimentazione: Supermercati, Conservifici.
  • Attività Sportive e Wellness: Piscine, Palestre, Stadi, Centri Sportivi, SPA.
  • Attività di Intrattenimento: Cinema, Teatri.

A questa lista base si possono aggiungere ulteriori situazioni in cui il mio lavoro può essere ancora molto utile: Istituti Religiosi e altre grandi strutture religiose, grandi Condomini, e alcuni tipi di Fabbriche (da verificare di volta in volta).

ATTENZIONE: IL MIO SERVIZIO NON E' PER TUTTI

Per poter richiedere questo servizio devi possedere le seguenti caratteristiche:

  • Devi trovarti preferibilmente in Campania; altre regioni sono da valutare di volta in volta, e dipendono anche dalla soluzione scelta.
  • Devi essere un imprenditore o avere autonomia decisionale e di firma nella tua: Azienda, Industria, Condominio, Istituto, Ente, Associazione;
  • Devi accettare che sia io a decidere la strategia di risparmio energetico per la tua azienda. Ho già visto troppi imprenditori autosabotarsi per orgoglio o testardaggine. Stabiliremo insieme alcune caratteristiche generali su come procedere, che saranno i vincoli temporali e finanziari della nostra strategia. Mi interessa solo quello che funziona e ti porta risultati economici, non quello che piace a te;
  • Devi condividere con me tutte le informazioni che riterrò necessarie per indicarti la strada migliore per il risparmio energetico. Molte difficoltà del mio lavoro sono dovute al fatto che finisco per ricevere informazioni o troppo in ritardo, o troppo scarne, e quindi troppo inutili (i discorsi tipici sono: "...io non conservo le bollette, una volta pagate le butto..." oppure: "non posso fornirti questo dato, perchè è... un segreto! Questione di privacy..."). Nel mio lavoro l'analisi dei dati è tutto, e senza informazioni non si va da nessuna parte.
  • Devi essere già pronto e motivato ad agire per il risparmio energetico;
  • Devi avere un’azienda con una spesa energetica annua di almeno 20.000€;
  • Devi essere disponibile verso una delle tre formule, o anche una loro combinazione:
    • Investire con un capitale minimo pari al 5% della tua spesa energetica;
    • Investire con un finanziamento a tasso agevolato;
    • Investire con il noleggio operativo;

PERCHE' DOVRESTI DECIDERE IN FRETTA

  • La prima ragione è che non ha senso aspettare oltre. Posso farti ottenere un risparmio energetico sicuro e qualunque sia il tuo Budget iniziale (che valorizzerò per te), tu non devi fare proprio niente, nessuno sforzo mentale o fisico, faccio tutto io, ti basta mettere una firma e goderti i risultati. Sei ancora in attesa del momento giusto per trovarti più soldi in tasca? Non credi sia ORA quel momento?
  • La seconda ragione è che non sei il solo a leggere questa pagina. Ogni mese arrivano circa 10.000 utenti sul mio sito, e alcuni di questi sono imprenditori, magari del tuo stesso settore, e magari con aziende di stazza sufficiente a farti concorrenza come si deve. E' l'occasione per scegliere se continuare come hai sempre fatto (accontentandoti del tuo attuale utile netto), o rendere la tua azienda più competitiva e remunerativa.
  • La terza ragione è che io non posso seguire troppe aziende contemporaneamente, al max una decina se voglio lavorare bene e dedicarmici, dopodiché il servizio ripartirà tra almeno 6 mesi. Ovviamente invio la mia proposta a molte grosse aziende, compresi alcuni tuoi eventuali competitor. Ed essendoci solo 10 posti... è meglio affrettarsi ed entrare nel gruppo dei pochi ad essere seguiti da me.

Contattami subito, non aspettare ancora, sperando che domani sia un momento migliore per pensarci; il momento migliore è quello in cui finalmente agisci per il bene della tua impresa. Tutti gli altri momenti sono semplicemente attimi buttati, possibilità perse, treni che forse non ripasseranno più. Non essere "attendista", decidi ORA per il futuro della tua azienda, prenota un incontro e valutiamo insieme se "Broker a Noleggio" è quello che fa per te:

frecce rosse2

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

Un recapito telefonico:

La tua email (richiesto)

Spesa energetica annua in € (min 20000):

Località (richiesto)

Il tuo messaggio